Oggi vi voglio parlare della piattaforma Ads di Bing.  Bing è un motore di ricerca poco usato in Italia, ma con un pubblico in attesa solo del vostro annuncio. Se impostate le vostre campagne sulla piattaforma di Adwords, allora quello che mi chiedo è: perchè scartare Bing a priori?  In molti credono che Bing sia un motore di ricerca di poco interesse, utilizzato da poche persone che quindi vale la pena scartare nei progetti di marketing. Io credo che si debba considerare come affiancamento per le campagne Adwords su Google.

Il funzionamento degli ADV di Bing è identico a quello di Adwords, potete addirittura importare le vostre campagne già realizzate su Google. Le differenze sono nelle features della piattaforma. Quella di Bing è molto più semplice e permette un numero minore di interventi e modi di realizzazione delle campagne. Per questo sicuramente una campagna su Bing si presenta meno precisa rispetto ad Adwords e meno customizzabile. Per il resto il funzionamento è identico. Si cercano delle parole chiave, si creano gli annunci ed il gioco è fatto.

Creare campagne su entrambe le piattaforme vi permette di coprire un target di pubblico più ampio, raggiungendo un pubblico diverso. Unendo il vostro piano marketing e sfruttando i due motori principali noterete oltre al miglioramento delle visite anche il miglioramento delle vendite andando a posizionarvi su un motore di ricerca nuovo e con un po’ meno concorrenza. Le campagne su Bing costano sicuramente di meno rispetto al su fratello maggiore di Google. Se volete percorrere strade alternative vi consiglio di prendere in considerazione anche questa soluzione. Dovrete destinare parte del budget che avete a questo canale, ma aumenterete di certo la vostra copertura online. Pensateci.

Leave a Comment